IL BENESSERE INTIMO

seconda parte:
Le formulazioni ad uso locale

La zona vaginale è normalmente abitata da diversi microrganismi in equilibrio tra loro che insieme vanno a costituire un vero e proprio ecosistema. I batteri “buoni” più numerosi, conosciuti come bacilli di Döderlein, sono lattobacilli di cui la specie predominante è rappresentata dal Lactobacillus acidophilus. Questi batteri mettono in atto dei veri e propri meccanismi protettivi per difendere la mucosa dall’ambiente esterno e nello specifico:

  • ostacolano l’adesione di eventuali microrganismi patogeni alle cellule dell’epitelio vaginale;
  • competono per i nutrienti privando i patogeni delle sostanze necessarie alla loro crescita e proliferazione;
  • producono perossido di idrogeno e batteriocine, sostanze ad azione antimicrobica naturale, in grado di contrastare la proliferazione dei patogeni;
  • metabolizzano il glicogeno, secreto dalle cellule della mucosa, da cui producono l’acido lattico necessario al mantenimento del pH a valori fisiologici compresi tra 4.5 e 5.5 indispensabile per contrastare le proliferazioni patogene (micotiche e batteriche).

La disbiosi della microflora intestinale causata dai trattamenti farmacologici trattati nel precedente articolo, arriva a compromettere anche l’equilibrio della flora protettiva che ricopre altri distretti anatomici come quello vaginale innescando le tipiche sintomatologie a carico dell’apparato genito-urinario, come le vulvovaginiti microbiche.
Al fine di contrastare in loco l’infezione, dare sollievo ai sintomi e favorire il ripristino del naturale equilibrio “autodifensivo” della mucosa vaginale, è indispensabile saper scegliere rimedi fitoterapici adeguatamente veicolati in formulazioni specifiche, tra cui: ovuli, lavande, creme e lubrificanti; associandovi inoltre un’adeguata igienizzazione quotidiana naturale e delicata con detergenti e salviette igienizzanti.
Gli ovuli formano un film protettivo sulla mucosa vaginale, microbiologicamente controllato grazie alla presenza di estratti vegetali, come il Tea Tree oil, in grado di contrastare la colonizzazione da parte degli agenti patogeni. Inoltre, le azioni emollienti e lenitive dell’olio di Enotera, del gel di Aloe e dell’estratto di Calendula contribuiscono al ripristino delle condizioni fisiologiche di quest’area anatomica, attenuando così le fastidiose sensazioni di prurito, arrossamento e bruciore e donando un rapido e prolungato sollievo.
Le lavande sono prodotti specificamente formulati per la cura e la prevenzione della candida e di tutte le irritazioni, infiammazioni ed infezioni della mucosa vaginale, determinate da miceti, batteri,virus e parassiti. I componenti vegetali contenuti nel prodotto svolgono un’efficace azione antimicrobica, nel pieno rispetto della flora fisiologica locale e favoriscono il ripristino dell’equilibrio autodifensivo delle mucose.
Le creme con formulazioni naturali si utilizzano normalmente per il trattamento delle cause e dei sintomi delle principali affezioni vulvari, grazie alle loro azioni antimicrobiche naturali e fisio-riequilibranti. I componenti vegetali contenuti nel prodotto svolgono, infatti, una spiccata attività nei confronti degli agenti microbici responsabili di affezioni intime, unitamente ad attività lenitive, antinfiammatorie e antipruriginose. La loro composizione le rende ideali a qualsiasi età della donna, dall’età pediatrica alla menopausa.
I lubrificanti sono, in sostanza, gel vaginali a base di idrossietilcellulosa specificamente indicati in caso di secchezza o insufficiente lubrificazione della mucosa. L’acido lattico ed i componenti vegetali svolgono un’azione in grado di favorire il fisiologico equilibrio dell’ecosistema vaginale, oltre che sostenere un’attività lenitiva degli stimoli irritativi e dolorosi.
I detergenti intimi sono stati formulati con il duplice scopo di essere utilizzati sia per l’igiene quotidiana, sia quali coadiuvanti in corso di trattamenti specifici. Garantiscono l’innocuità e la delicatezza sulle mucose, grazie all’impiego di tensioattivi delicati e, al contempo, l’efficacia nei confronti degli agenti responsabili di tutte le affezioni intime, grazie alla presenza di estratti vegetali specifici.
Le salviette igieniche sono imbibite di una soluzione con analoga composizione dei detergenti, per una corretta ed efficace igiene intima anche fuori casa.

La capacità dell’organismo di mantenersi in buona salute nonostante le continue aggressioni esterne dipende principalmente dall’efficacia dei meccanismi di difesa presenti nei tessuti maggiormente a contatto con l’esterno. Pertanto, così come avviene per la maggior parte dei tessuti, anche la mucosa vaginale è protetta sia da una barriera chimica, rappresentata dal pH acido, sia da una barriera biologica caratterizzata da una popolazione specifica di batteri in equilibrio tra loro. Tale equilibrio, tuttavia, può essere compromesso da numerosi fattori come:

  • rapporti sessuali non protetti
  • uso di contraccettivi intrauterini
  • impiego di prodotti locali a base di sostanze antibatteriche
  • irrigazioni vaginali aggressive

Queste alterazioni possono predisporre all’insorgenza di vaginiti e vulvovaginiti batteriche e/o micotiche che, troppo spesso, determinano il ricorso al trattamento farmacologico, senza considerare una terapia alternativa meno invadente.
L’approccio farmacologico tradizionale, indipendentemente dal tipo di principi attivi su cui si basa, non tiene conto delle cause scatenanti ma agisce attaccando i patogeni in maniera non selettiva dando luogo ad effetti collaterali e cronicizzazione, innescando episodi recidivanti. Tali farmaci non essendo selettivi colpiscono anche la flora fisiologica benefica, lasciandola gravemente alterata. Questa condizione di disbiosi rappresenta un terreno fertile per la Candida patogena, la quale può dare luogo a ricadute. Si crea, pertanto, un vero e proprio circolo vizioso che può peggiorare nel momento in cui si cerca di contrastare gli episodi recidivanti aumentando il dosaggio dei farmaci o ricorrendo a principi attivi più potenti e più dannosi per l’organismo.

Per bypassare tutti gli aspetti negativi del trattamento farmacologico sistemico è indispensabile agire sin dai primi segnali con un protocollo di cura con attivi fitoterapici ad azione sinergica che tratta la patologia in modo naturale, efficace ed innocuo. I prodotti in questione, infatti, sono in grado di risolvere la causa mediante un’azione antimicrobica selettiva su funghi e batteri e, allo stesso tempo, riequilibrare il sistema immunitario attraverso un’azione immunomodulante e un’azione prebiotica. Tra gli antimicrobici più conosciuti troviamo l’estratto di semi di pompelmo attivo nei confronti di centinaia di specie batteriche (in particolare Garnerella, Escherichia coli, Streptococco fecalis, ecc.) e di altrettanti ceppi di lieviti e muffe, compresa la Candida. La sua efficacia, unita alla caratteristica di preservare la flora batterica benefica, ne fanno un rimedio veramente straordinario per controllare la proliferazione patogena della Candida, riportandola allo stato di lievito saprofita innocuo per l’organismo, e per contrastare anche per infezioni batteriche della zona intima.

L’azione antimicotica viene, invece, ottenuta dall’azione sinergica degli estratti di:

  • La parte più utilizzata è la corteccia, ricca in composti chinonici, noti per le proprietà antimicotiche. Grazie ai suoi composti attivi esplica, inoltre, un’azione di sostegno verso il sistema immunitario.
  • Rosmarino, dalle cui foglie si estraggono l’acido rosmarinico e l’acido ursolico che esercitano una spiccata azione antimicotica.
  • Il suo olio essenziale, caratterizzato dalla presenza di terpeni in elevate percentuali, viene impiegato come inibitore naturale della crescita dei più importanti patogeni del genere Candida, in particolare di Candida albicans, già a basse concentrazioni.

Alla risoluzione della causa viene poi associata una funzione riequilibrante del sistema immunitario, ottenuta addizionando l’estratto di uncaria e FOS (alfa-gluco oligosaccaridi) alla composizione dei prodotti.
L’uncaria svolge una potente azione regolatrice del sistema immunitario. Il suo utilizzo porta, infatti, ad un aumento della resistenza dell’organismo alle infezioni e migliora la risposta immunitaria in caso di malattia.
Gli alfa-gluco oligosaccaridi, invece, sono fibre prebiotiche particolarmente utili poiché stimolano in modo efficace la crescita della flora batterica permettendo di ottimizzare la quantità ed il tempo di assunzione in relazione all’azione prebiotica svolta; tale azione agisce, inoltre nella riduzione della presenza di patogeni, contrastando indirettamente anche la proliferazione della Candida.
Infine, per ripristinare la microflora fisiologica si associa, alla terapia di fase acuta, un integratore a base di Lactobacillus acidophilus. Questo microrganismo, particolarmente resistente agli antibiotici, è un ceppo originario del tratto intestinale che supera indenne la barriera gastrica e quella biliare e colonizza efficacemente la mucosa intestinale. La sua capacità di produrre acido lattico aumenta l’acidità dell’intestino ed inibesce la crescita dei patogeni responsabili di affezioni uro-ginecologiche.

Prenota farmaco
Per prenotare un farmaco per il ritiro in farmacia scrivere :
Nome e Cognome, codice fiscale, numero ricetta, nome del farmaco e quantità richiesta e la farmacia dove ritirare.
L'elenco delle farmacie lo potete trovare su questo sito.

Il servizio è sospeso dal 17 al 23 agosto .
Riprenderà regolarmente da Lunedì 24 Agosto.