Insufficienza venosa: i rimedi naturali

La prevenzione dell’insufficienza venosa si fonda solitamente su un approccio interamente naturale con l’impiego di estratti vegetali specifici che vengono veicolati in formulazioni ad azione sistemica (come integratori alimentari) e in formulazioni locali (come creme, spray e oli) che aiutano a dare sollievo immediato e ripristinano la normale fisiologia circolatoria. L’azione sistemica viene esercitata dall’assunzione di integratori alimentari a base di Ippocastano, Centella, Rusco, Meliloto e Vite; tra le cui azioni funzionali si annoverano:

  • il rinforzo della parete venosa,
  • l’azione antinfiammatoria e anti-edema,
  • e il supporto alla circolazione.

I semi di Ippocastano contengono una miscela di saponine chiamata “escina” che hanno un’azione vasoprotettrice, vasocinetica e antiedematosa. L’escina è quindi in grado di diminuire la permeabilità dei piccoli vasi e migliorare il tono venoso, riducendo edema e gonfiore. Inoltre, mostra proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antiemorroidarie.

La Centella asiatica è una pianta utilizzata da secoli nella medicina tradizionale cinese per le sue proprietà antinfiammatorie e protettive contro l’invecchiamento. Grazie alla presenza di triterpeni, favorisce la funzionalità del microcircolo alleviando la sensazione di pesantezza delle gambe, oltre a svolgere una funzione vasotonica e antiossidante.

L’estratto di Rusco svolge una funzione antinfiammatoria e migliora la circolazione venosa, grazie ad un aumento dell’attività di pompaggio. È stato dimostrato che la sua assunzione porta ad una netta regressione dei sintomi (come prurito, tensione e crampi) e ad una diminuzione della circonferenza a livello delle caviglie, grazie ad un’effettiva riduzione dell’edema.

Il Meliloto è una pianta aromatica che possiede proprietà utili nel trattamento delle vene varicose, emorroidi e trombosi venosa, agendo da anticoagulante, drenante, astringente ed emolliente. Migliora la sensazione di pesantezza alle gambe, dolore, crampi notturni, edema e prurito e, in più, favorisce il drenaggio dei liquidi corporei.

La Vite, i cui benefici sono noti fin dai tempi più remoti, supporta la funzionalità del microcircolo, alleviando il senso di pesantezza delle gambe e favorisce la funzionalità dell’apparato cardiovascolare. Inoltre, le procianidine oligomeriche, presenti nei suoi semi, svolgono una potente attività antiossidante.

L’azione locale, invece, viene svolta da creme, spray e oli che esercitano funzioni vasotoniche, lenitive, idratanti, defatiganti, rinfrescanti, antidolorifiche, rilassanti, antinfiammatorie e cicatrizzanti. La crema gambe è una crema gel a base di estratti derivanti da Chlorella, Eucalipto, Menta e Amamelide, appositamente scelti per dare sollievo in caso di gonfiore e senso di pesantezza alle gambe.

L’Eucalipto è una pianta arborea sempreverde, originaria dell’Oceania e delle Filippine, appartenente alla famiglia delle Myrtaceae. L’olio essenziale di eucalipto possiede potenti proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie.

La Chlorella vulgaris, una microalga unicellulare ricca di aminoacidi, vitamine e minerali, possiede un’azione vasotonica ed agisce come ristrutturante, aumentando l’espressione del collagene che conferisce ai tessuti la loro elasticità. Svolge, inoltre, un’azione antiangiogenica e drenante.

Il mentolo, principale costituente dell’olio essenziale di Menta piperita, è un monoterpene ampiamente utilizzato per le sue proprietà analgesiche e rinfrescanti, oltre che ad essere in grado di diminuire il flusso sanguigno. Il Mentil lattato è, invece, un derivato da mentolo e acido lattico che conferisce un effetto freschezza immediato e rinvigorente più duraturo rispetto al mentolo. La sua componente in acido lattico mantiene il pH cutaneo a livelli fisiologici rendendolo adeguato in caso di pelli delicate e sensibili.

L’acqua di Amamelide possiede componenti fenolici responsabili dell’attività astringente che, anche a basse concentrazioni, sono in grado di sigillare le membrane cellulari di pelle e mucosa e ridurre la permeabilità capillare.

Le formulazioni in spray sono preparazioni ad uso topico a base di sali e acque vegetali di Amamelide, Verbena, Camomilla e Arnica, specificamente ideate per dare sollievo agli arti inferiori in caso di stanchezza, pesantezza e gonfiore.

I tannini sono i principali responsabili delle proprietà astringenti, vasotoniche ed emostatiche dell’Acqua di amamelide, impiegata anche per la sua azione anestetica locale, cicatrizzante e antibatterica.

L’acqua di Verbena è utilizzata come emolliente, antinfiammatorio e antibatterico nel trattamento di ferite, spasmi muscolari e infiammazioni. Gli estratti di Verbena esplicano un’azione antiossidante nei confronti dei radicali dell’ossigeno e sono attivi anche nei confronti dei batteri patogeni.

L’acqua di Camomilla è usata come antinfiammatorio, antiossidante ed astringente. Il potenziale antinfiammatorio dell’apigenina, che contribuisce all’efficacia clinica antinfiammatoria degli estratti di camomilla, è stata dimostrata grazie alla sua capacità di interferire con l’adesione leucocitaria e di ridurre il rilascio di citochine proinfiammatorie.

L’acqua di Arnica gode di una forte azione antinfiammatoria, analgesica e antiecchimosi. Tradizionalmente impiegata per ridurre l’edema e dolori associati ad ematomi, l’Arnica si colloca tra i più efficaci rimedi antifatica impiegati nel trattamento dei sintomi dell’insufficienza venosa.

Per l’elevato contenuto di magnesio, l’Acqua marina svolge un’azione osmotica e miorilassante. Inoltre, migliora la funzione barriera e l’idratazione della pelle ed è in grado di ridurre anche l’arrossamento.

Infine, i sali di Epson esercitando un’azione osmotica, favoriscono il drenaggio dei liquidi in eccesso dalle zone trattate, rivelandosi molto utili per la riduzione dell’edema. Essendo, poi, ricchi di magnesio prolungano l’idratazione cutanea e mitigano la tensione muscolare donando un rapido sollievo, mentre per la presenza di zolfo si rivelano un buon antinfiammatorio ed antimicrobico.

Gli oli sono formulazioni vegetali utilizzati come coadiuvanti cosmetici nel trattamento dei sintomi dovuti all’insufficienza venosa, come fastidio e disagio.

L’olio di Tamanu gode di un eccellente azione antinfiammatoria ed un rimedio apprezzato per la sua azione antibatterica e citoprotettiva. Favorisce la produzione di collagene e la proliferazione cellulare, quindi si fa anche promotore della riparazione delle ferite.

L’olio di Lentisco possiede forti capacità antiossidanti ed è in grado di proteggere la pelle dall’azione dei radicali liberi. Accelera la cicatrizzazione in caso di ferite e svolge un’azione antinfiammatoria.

Il Luppolo, una pianta a fiore che cresce in terreni fertili negli ambienti freschi, è in grado di inibire la formazione di nuovi vasi sanguigni ed è particolarmente utile nella prevenzione delle teleangectasie. Protegge le membrane cellulari svolgendo un effetto barriera e grazie alla presenza di umuloni possiede proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche.

L’olio essenziale di Mirto vanta una spiccata azione antinfiammatoria e antidolorifica in grado di arrecare un netto miglioramento dei sintomi associati alle vene varicose.

Infine, la sopra citata Centella asiatica conosciuta anche come “erba della tigre”, perché gli animali selvatici si rotolano tra le sue foglie per lenire le ferite, è impiegata anche nei prodotti ad uso topico per le sue note proprietà cicatrizzanti. Favorisce, inoltre, la funzionalità del microcircolo alleviando la sensazione di pesantezza alle gambe.