Prendiamoci cura del nostro organismo: nutriamo la Flora intestinale!

Lo squilibrio della flora batterica intestinale, definito “disbiosi”, è alla base dei più comuni disturbi intestinali come gonfiore, stipsi, diarrea, dolore addominale. Stimolare la crescita di questi importanti microrganismi intestinali è quindi essenziale per prevenire l’insorgenza di patologie più serie come la diverticolite o la sindrome del colon irritabile. Quest’ultima è la forma più diffusa di malessere intestinale e ne soffrono soprattutto le donne. I sintomi sono vari e fastidiosi: dolore e stitichezza o dolore e diarrea oppure dolore con un’alternanza di stitichezza e diarrea, gonfiori  e aerofagia. In questa sindrome si assiste in particolare ad una diminuzione di bifidobatteri e lattobacilli e ad un aumento di enterococchi e Klebsiella con conseguente aumento di meteorismo, flatulenza e rallentamento della peristalsi.

Per mantenere la flora batterica viva ed attiva e regolarizzare al contempo le fisiologiche funzioni dell’intestino è necessario aumentare l’apporto di fibre prebiotiche con la dieta; tuttavia non tutte le fibre sono prebiotiche e non tutte le fibre prebiotiche sono consigliabili. Per esempio, nell’intestino irritabile bisogna ridurre quelle insolubili (crusca) e quelle gelificanti ed evitare le fibre prebiotiche a lunga catena che sono causa di gonfiori addominali.

Per trattare l’intestino irritabile, sia in caso di stipsi che in caso di diarrea è fondamentale scegliere delle fibre prebiotiche a corta catena (fruttooligosaccaridi a corta catena, FOS-cc) con attività bifidogenica. infatti, tali fibre rinforzano e mantengono l’equilibrio intestinale perché sono i substrati preferiti dai bifidobatteri, i principali batteri “amici” del colon di adulti e bambini, e ne favoriscono la crescita, mentre si oppongono allo sviluppo dei batteri patogeni. Le fibre prebiotiche a corta catena, a differenza delle fibre a lunga catena, vengono totalmente fermentate nel colon senza provocare meteorismo e sono adatte sia al trattamento della stipsi che della diarrea.

Inoltre, assolvono a funzioni estremamente benefiche per l’organismo poiché influenzano positivamente l’assorbimento intestinale di calcio e magnesio che, a sua volta, migliora la peristalsi dell’intestino; e contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi. Grazie a queste azioni supplementari, gli integratori a base di fibre possono essere anche utilizzati come coadiuvanti nella prevenzione dell’osteoporosi e nel trattamento delle iperlipidemie.

I prodotti a base di fibra liquida vegetale si dispensano in buste e, di norma si consiglia l’assunzione di 1 busta (pura oppure diluita in succhi di frutta o nello yogurt) al giorno preferibilmente al mattino, per cicli di almeno 12 giorni.

Prenota farmaco
Per prenotare un farmaco per il ritiro in farmacia scrivere :
Nome e Cognome, codice fiscale, numero ricetta, nome del farmaco e quantità richiesta e la farmacia dove ritirare.
L'elenco delle farmacie lo potete trovare su questo sito.

Il servizio è sospeso dal 17 al 23 agosto .
Riprenderà regolarmente da Lunedì 24 Agosto.