Il test rapido sierologico approda in farmacia!

Con l’avanzare dell’epidemia di Coronavirus, si stanno studiando nuovi metodi alternativi per diagnosticare più rapidamente il COVID-19 e individuare più facilmente i soggetti infetti e isolarli al fine di arginare la diffusione dell’epidemia. Attualmente, in Italia, è stato introdotto un test immunologico rapido su membrana per la rilevazione qualitativa degli anticorpi IgM e IgG contro il SARS-CoV-2 presenti nel sangue, nel siero o nel plasma.

Le immunoglobuline M (IgM) sono prodotte alla prima risposta del sistema immunitario ad una nuova infezione o ad un nuovo antigene estraneo e sono il meccanismo con cui l’organismo si protegge in prima istanza. La loro concentrazione aumenta per alcune settimane e poi diminuisce quando inizia la produzione di IgG.

Le immunoglobuline G (IgG), invece, aumentano dopo qualche settimana dal contatto, per poi diminuire e stabilizzarsi. L’organismo mantiene la memoria delle diverse IgG, che vengono riprodotte ad ogni esposizione allo stesso antigene. Le IgG sono quindi responsabili della memoria a lungo termine contro virus e batteri.

Di conseguenza è facile capire che tramite un test sierologico si può individuare sia un soggetto il cui sistema immunitario sta combattendo contro il coronavirus, sia un soggetto che è venuto a contatto diverso tempo fa con il virus.
Durante il test, il campione di sangue reagisce con le particelle di antigene SARS-CoV-2 all’interno del pozzetto del dispositivo e la miscela quindi migra cromatograficamente verso l’alto per capillarità. Se il campione immesso contiene gli anticorpi IgM, si legherà all’antigene virale formando un complesso che determinerà la comparsa di una banda IgM rossa violacea indicando che l’anticorpo SARS-Cov-2 IgM è positivo. Allo stesso modo, se il campione immesso contiene gli anticorpi IgG, si legherà all’antigene virale formando un complesso che determinerà la comparsa di una banda IgG rossa violacea indicando che l’anticorpo SARS-Cov-2 IgG è positivo. Se nessuna delle bande IgM o IgG si coloreranno, il test sarà negativo. Il test contiene anche la banda C per il controllo di qualità che apparirà rossa violacea in caso di test valido. Se la banda C per il controllo non dovesse apparire, il test non sarà valido anche se dovessero apparire le bande di rilevazione delle IgM e/o IgG.

Pertanto, sono possibili 4 tipi di risultati:

  1. RISULTATO NEGATIVO: appare solo la linea di controllo (C) mentre le linee di rilevamento IgM e IgG non sono visibili. Questo significa che al momento del test non è presente un’infezione da coronavirus, perciò il soggetto non è mai venuto a contatto con il virus.
  2. RISULTATO POSITIVO, solo IgM: compaiono sia la linea di controllo (C) che quella di rilevamento IgM. Questo risultato evidenza un’infezione in atto da coronavirus.
  3. RISULTATO POSITIVO, solo IgG: compaiono sia la linea di controllo (C) sia quella di rilevamento IgG. Questo risultato indica l’avvenuta infezione da COVID-19 e il raggiungimento di uno stato di immunità.
  4. RISULTATO POSITIVO, IgM e IgG: compaiono la linea di controllo (C) ed entrambe le linee di rilevamento IgM e IgG. Questo risultato indica una possibile infezione in atto, che è auspicabile sia in via di risoluzione.

Il kit per eseguire il test contiene tutti gli strumenti necessari per effettuare accuratamente la misurazione:

  • un pungidito
  • una pipetta per il prelievo ematico
  • il dispositivo a membrana di nitrocellulosa
  • il buffer, ossia il reattivo con cui viene trattato il campione di sangue.

Per procedere con il test, basterà una goccia di sangue capillare prelevata da un forellino fatto sul polpastrello tramite l’apposito pungidito. Una volta prelevato, il campione di sangue viene inserito all’interno del pozzetto dove vengono poi aggiunte due gocce di buffer. Il risultato potrà essere letto entro 15 minuti e non oltre i 20 minuti dall’aggiunta del reattivo.

Il test rapido sierologico è destinato ai laboratori clinici e per l’uso ad opera di professionisti sanitari, perciò non può essere acquistato ed effettuato autonomamente a casa.

L’affidabilità totale del test è pari al 95,1%; poiché potrebbero verificarsi dei falsi positivi in seguito alla reattività crociata con altri antigeni.

Prenota farmaco
Per prenotare un farmaco per il ritiro in farmacia scrivere :
Nome e Cognome, codice fiscale, numero ricetta, nome del farmaco e quantità richiesta e la farmacia dove ritirare.
L'elenco delle farmacie lo potete trovare su questo sito.